IMPRESE PESENTI
LA DIGITALIZZAZIONE DELL'IMPIANTO
COME STEP FINALE DI UN PROCESSO
DI RIORGANIZZAZIONE AZIENDALE

DIGITALIZZAZIONE, SOSTENIBILITÀ E VALORIZZAZIONE DEL CAPITALE UMANO

La Digitalizzazione come coronamento di un’ampia e profonda riorganizzazione e ottimizzazione dei processi produttivi e aziendali. Un percorso che parte dalla valorizzazione delle persone che costituiscono l’azienda e approda alla realizzazione di soluzioni innovative e sostenibili, evidenziando l’importanza dell’evoluzione continua in un contesto aziendale sempre più interconnesso e orientato al futuro.” Ecco la formula vincente di Imprese Pesenti e Ma-estro

In una calda giornata di fine luglio, facciamo visita alla sede centrale di Imprese Pesenti a Covo, in provincia di Bergamo, che ospita anche il loro principale sito di estrazione. Ad accoglierci è Giacomo Pesenti, il Responsabile Finanziario. Dopo averci guidati attraverso la storia dell’azienda, Giacomo argomenta dettagliatamente la filosofia aziendale, che vede l’impresa oltre che come entità economica che deve sostenersi, anche come un catalizza tore per il benessere delle persone che ne fanno parte e come un valore aggiunto per la comunità locale. In questo contesto di crescita sostenibile, il concetto di ESG non è più qualcosa di astratto, ma diventa visione applicata quotidianamente e un faro che guida la strategia di crescita dell’azienda.

Questi fattori (Environment, Social, Governance) sono diventati gli elementi essenziali che gli stakeholder, dai clienti agli investitori, prendono in considerazione per valutare la responsabilità e la sostenibilità di un’azienda.

IL CLIENTE: IMPRESE PESENTI

Nata negli anni ’60 dalla visione dei fratelli Pesenti, Imprese Pesenti ha attraversato mezzo secolo di storia italiana trasformandosi da impresa familiare agricola ad una solida ed affermata azienda in grado di presidiare l’intera filiera produttiva per la realizzazione di infrastrutture e insediamenti industriali e commerciali, operando come partner di eccellenza per garantire i più alti standard in tutte le fasi costruttive. Le attività principali dell’azienda includono:

1. Urbanizzazione e Strade: Imprese Pesenti realizza direttamente opere viarie, fognature, impiantistica, demolizioni e opere edili. La società è specializzata nell’esecuzione di scavi complessi e di grande ampiezza, sempre nel pieno rispetto delle normative ambientali e di sicurezza.
2. Produzione di Materiali: Con la convinzione che ogni attività edilizia debba essere costruita su solide fondamenta, Imprese Pesenti produce inerti, calcestruzzi e asfalti di alta qualità. Si distingue sul mercato per la completezza del servizio e il supporto offerto ai suoi clienti.

3. Edilizia Industriale e Commerciale: L’azienda offre soluzioni chiavi in mano di alta qualità, calibrate secondo le esigenze e i budget dei propri clienti. Oltre alla posa di strutture prefabbricate, realizza tutte le opere funzionali e complementari necessarie. 4. Demolizioni: Una delle specializzazioni sinergiche al core business di Imprese Pesenti riguarda i lavori di demolizione di ogni tipo di fabbricato, utilizzando tecniche adeguate a ogni specifica situazione.

5. Impianti e Cave: Con decenni di esperienza nel settore delle cave, Imprese Pesenti ha acquisito competenze avanzate nelle attività di estrazione.

L'ASPETTO AMBIENTALE: DAL TERRITORIO PER IL TERRITORI

Imprese Pesenti ha sviluppato una filosofia aziendale che va oltre il semplice profitto. Forte delle sue radici, l’azienda ha sempre cercato di mantenere un equilibrio con il territorio circostante, implementando diversi progetti che vanno dalla riqualificazione delle cave ad iniziative per il recupero degli spazi precedentemente oggetto di lavori o interventi. Questi sforzi non solo contribuiscono a un impatto ambientale positivo ma rafforzano anche il legame con la comUnità locale, che può usufruire di infrastrutture atte a migliorare la qualità della vita. Un buon esempio ne è la pista ciclabile Covo-Romani lungo la SS. 498, immersa nel verde e ben tenuta.

GOVERNANCE: TRASPARENZA E RESPONSABILITÀ

Imprese Pesenti pone grande enfasi sulla trasparenza e sulla responsabilità, sia internamente che nei confronti degli stakeholder esterni. Questo si riflette in una gestione aperta e in una comunicazione chiara delle strategie e degli obiettivi aziendali. Oltre che socio di Confindustria Bergamo, ANCE Bergamo e ANEPLA, l’azienda è anche un socio fondatore di Rete Edinnova, un’iniziativa che mira a promuovere l’innovazione nel settore edilizio. Questo impegno non è casuale; è una manifestazione tangibile della filosofia aziendale che vede l’innovazione come un pilastro per il futuro. L’esser parte di realtà associative offre un terreno fertile per lo scambio di idee, permettendo all’azienda di rimanere all’avanguardia nel settore.

L'ASPETTO SOCIALE: COINVOLGIMENTO, FORMAZIONE, INNOVAZIONE, DIGITALIZZAZIONE

Sul fronte sociale, l’azienda ha adottato una serie di iniziative che vanno dalla formazione del personale all’implementazione di certificazioni come la recentissima SA8000, che attesta la qualità sociale dell’organizzazione. L’obiettivo è creare un ambiente di lavoro che non solo rispetti i diritti dei lavoratori, ma che li valorizzi come individui e come parte integrante del successo aziendale. Questo coinvolgimento attivo del personale è stato particolarmente evidente nella fase di implementazione delle nuove tecnologie, dove la formazione e il dialogo aperto hanno giocato un ruolo chiave.

In un mondo e in un settore sempre più 4.0, è importante riconoscere che l’innovazione non è un processo isolato, ma deve essere fondato su uno switch culturale interno dell’intero organico aziendale. Citando Giacomo Pesenti: “L’innovazione, i software, i sistemi digitali e i cambiamenti in genere sono investimenti economici e risorse sprecati se prima non hai portato a bordo nella tua visione le persone che lavorano accanto a te.”

LA NECESSITÀ DI RIORGANIZZAZIONE PRE-DIGITALIZZAZIONE

Prima di procedere con la digitalizzazione, Imprese Pesenti ha intrapreso un percorso di riorganizzazione interna, coinvolgendo attivamente il suo personale nel processo decisionale. Attraverso sessioni di formazione e workshop e un profondo lavoro di analisi da parte di uno studio di consulenza esterno atto a identificare le aree di miglioramento, i dipendenti sono stati coinvolti nella progettazione e nell’implementazione delle nuove soluzioni, garantendo così che le nuove tecnologie fossero non solo tecnicamente avanzate, ma anche pratiche e utili per coloro che le avrebbero utilizzate quotidianamente.

MA-ESTRO: IL “TASSELLO MANCANTE” NELL’OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI

L’intervento di Ma-estro è stato descritto come il tassello mancante in questo processo di trasformazione. Non è stato un cambiamento improvviso, ma piuttosto un passaggio logico e ben pianificato. “Quando abbiamo implementato il sistema Ma-estro, l’azienda era già predisposta. Le persone erano pronte per mettersi in discussione e imparare”, ha spiegato Giacomo Pesenti. Ma-estro ha fornito una piattaforma che ha permesso all’azienda di tracciare i dati in tempo reale, ottimizzare le operazioni e, soprattutto, fornire nuove letture e strategie.

Uno degli aspetti più cruciali dell’implementazione di Ma-estro è stata la capacità di monitorare i Key Performance Indicators (KPI), rendendo prontamente disponibili poche, comprensibili e rappresentative informazioni. Questo permette di comprendere in maniera semplice ed immediata le reali performance della produzione da parte di tutti gli addetti ai lavori. “I dati devono essere il più possibile aperti e condivisibili all’interno, e serve un software che riesca a gestire tutti i dati eterogenei attraverso dei connettori”, ha sottolineato Pesenti.

PANORMAICA DEL PROCESSO PRODUTTIVO E DELL’INTERVENTO MA-ESTRO:
SENSORISTICA, CONTROLLO E AUTOMAZIONE

L’impianto di Covo lavora materiale di falda estratto tramite draga sia in situ che presso l’insediamento di Antegnate, a pochi chilometri di distanza. Il materiale, portato a cumulo, viene prelevato secondo la portata impostata tramite due alimentatori di estrazione montati su inverter governati dal sistema in modo automatico. Avviene quindi una prima selezione del naturale e successivamente diversi cicli di frantumazione per la produzione dei vari prodotti finiti: sabbie, ghiaie e pietrischi di varie pezzature. Proprio il ritorno in ciclo di alcuni materiali conferisce un certo grado di complessità e non linearità al processo produttivo.

SITUAZIONE INIZIALE E CRITICITÀ
Mentre gli impianti di calcestruzzo e di asfalto di Imprese Pesenti lavorano con logica PLC dagli anni ’80 e 2000 rispettivamente, il processo di produzione inerti era ancora gestito manualmente. Ci rechiamo in cabina di comando dell’impianto con Davide Pesenti, Responsabile Area Produzione Inerti e suo padre, Battista Pesenti, uno dei fondatori dell’azienda e gestore delle aree di cava e calcestruzzo. Davide Pesenti: “A livello di gestione, l’impianto risultava impegnativo e dispendioso, soprattutto a causa dei continui fermi con relativa perdita di produzione. Questo poneva anche un problema sotto il profilo della sicurezza, in quanto un fermo dovuto ad un intasamento richiedeva un intervento manuale dell’operatore per poter ripristinare la linea.”

FILOSOFIA DI LAVORO E PROGRAMMAZIONE INTERVENTO

Continua Davide Pesenti: “Veniamo da una profonda cultura della cava e della manutenzione e ci siamo resi conto che gli impianti necessitavano di un intervento di revamping e un adeguamento ai nuovi standard 4.0. Avevamo già lavorato con Ma-estro nel corso degli anni attraverso l’implementazione di controlli minimali su alcune nostre linee di produzione, e nel tempo abbiamo avuto modo di osservare varie soluzioni che l’azienda roveretana aveva studiato ed implementato in diversi impianti di cava. Inquadrato nel complesso di riorganizzazione e riprogrammazione aziendale di cui parlava mio fratello Giacomo, abbiamo deciso di adattare tali soluzioni alle nostre esigenze lavorando al nuovo progetto con figure interne forti di oltre 20 anni di esperienza, con il nostro elettricista “storico” che ha una profonda conoscenza del nostro processo e, naturalmente, con i tecnici della Ma-estro. 

Questa sinergia si è configurata in una programmazione precisa e meticolosa degli interventi e dei controlli da implementare, predisponendo per tempo tutta la nuova parte elettrica, i cavidotti e le linee parallele per motori, nastri, mulini e frantoi. Il concetto era semplice: dovevamo assicurare continuità di servizio ai nostri clienti, per questo motivo non potevamo fermarci. Abbiamo effettuato lo switch di impianto nel mese di agosto 2022, prevedendo un fermo di tre settimane: grazie al minuzioso lavoro di programmazione, siamo riusciti a concludere i lavori in due settimane e mezzo.”

SENSORISTICA, CONTROLLI E VANTAGGI OTTENUTI GRAZIE AL SISTEMA MA-ESTRO

Sempre Davide Pesenti: “Cosa dire dell’impianto? Che funziona bene! (ride, ndr). Ogni nastro trasportatore ha il suo controllo per verificarne il corretto funzionamento; nei punti chiave (nastri, frantoi e vagli) dove si creavano intasamenti abbiamo implementato sensori di “troppo pieno”, che intervengono in maniera tempestiva in caso di anomalie. Questo vuol dire che qualunque problema sorga in un determinato punto, che sia ad esempio una rottura di un cuscinetto, un nastro che non gira, un intasamento su un vaglio, il sistema in automatico arresta tutto quello che c’è in alimentazione, quindi a monte, e lascia svuotare l’impianto a valle, riducendo sensibilmente i tempi di fermo impianto.

I sensori di livello sono stati aggiunti anche sui singoli cumuli di materiali. Se l’altezza del cumulo supera quella impostata, il sistema ce lo segnala attraverso alert visivi e sonori e chiede se arrestare la linea. Superato un intervallo di tempo predefinito, se il materiale arriva al 100% del livello impostato, la linea si ferma in automatico, per poi ripartire solo su comando dell’operatore. Abbiamo montato i sistemi a scanner volumetrico Q-VOLUMETRIC sulle linee di quelli che per noi sono i materiali indice. Per la parte di frantumazione, monitoriamo il ritorno in ciclo di frantumazione di alcuni aggregati: questi dati ci forniscono l’indice di efficienza dei frantoi, un dato molto rilevante per noi. L’eventuale variabilità del materiale presente nel processo viene gestita egregiamente dal sistema, che si autoregola in base allo stato istantaneo dell’impianto, mantenendo alti i livelli di produzione e garantendo la costanza del prodotto finito in termini di qualità. 

L’utilizzo della tecnologia Ma-estro facilita inoltre notevolmente la vita dei manutentori; dal punto di vista della sicurezza non c’è più bisogno di intervenire su parti meccaniche perché queste vengono fermate direttamente dall’automazione, oltre ciò gli indicatori di sforzo permettono di gestire le manutenzioni in modo predittivo e organizzato. Nella fase di riorganizzazione aziendale, abbiamo deciso di focalizzarci sulla manutenzione preventiva, eseguendo gli interventi necessari ogni mattina prima di mettere in funzione l’impianto. In questo processo, che già intrinsecamente migliora l’efficienza operativa, il sistema Q-MAINTENANCE di Ma-estro offre un ulteriore supporto. Esso permette di attribuire specifici interventi di manutenzione a ciascuna macchina e di conservare un registro storico delle attività svolte. Ogni macchina, con le proprie caratteristiche e le proprie necessità, è identificata da un numero univoco e dispone di un proprio archivio che possiamo gestire in modo centralizzato dal sistema.”

CONTROLLO REMOTO, REPORTISTICA E RISULTATI CONCRETI

Il portale web di monitoraggio, controllo e automazione Q-PORTAL di Ma-estro è accessibile da qualsiasi dispositivo connesso a internet. I dati sono in tempo reale e la gestione del sistema è semplice e intuitiva. Il software invia inoltre ogni giorno, all’ora impostata dall’utente, dettagliati report di produzione; il passaggio successivo sarà utilizzare il sistema anche per la gestione dei dati di sostenibilità.

Sottolinea Davide Pesenti: “Dal punto di vista della gestione è stato un grande passo in avanti. Per quanto riguarda la reportistica di produzione, siamo passati “da zero a cento” esattamente nel momento in cui è partito il nuovo impianto. Siamo molto soddisfatti della soluzione studiata ed implementata con Ma-estro. Dei numeri concreti? Prima dell’implementazione del sistema, per produrre 2500/3000 tonnellate di materiale si impiegavano 10 ore. Oggi, la stessa quantità, viene prodotta in circa 7 ore e mezzo. Abbiamo quindi avuto un incremento dell’efficienza del processo di produzione di ben il 25%! Questo significa non solo risparmio economico, ma maggiore sicurezza, programmazione delle attività, gestione migliorata dei turni di lavoro e organizzazione della produzione sulla base del fabbisogno settimanale.”

IL PARERE DEL CAPO IMPIANTO

Siamo in cabina di comando e facciamo due chiacchiere con chi sull’impianto ci lavora costantemente ogni giorno, dal 1985. Questo il parere di Amedeo Lago, Responsabile Impianto presso Imprese Pesenti: “Ero abbastanza scettico sull’implementazione tecnologica che la direzione aveva deciso di intraprendere. Oggi sono qui e posso affermare di essermi totalmente ricreduto. La prima cosa che mi preme sottolineare, ed è la più importante per me, è stato il forte impatto sulla sicurezza dell’impianto. Per la modalità automatizzata con cui lavora il sistema, oggi farsi male è praticamente impossibile. È tutto all’avanguardia, è tutto controllato, non è più presente quel “caos” dovuto ad un fermo improvviso e all’identificazione “alla cieca” del problema. Ora il sistema ferma tutto a monte e lascia svuotare a valle. Sono qui da quasi 40 anni, e ho conosciuto le modalità di lavoro “prima” e “dopo”. Cosa dire? L’impianto lavora in maniera ottima, sono davvero soddisfatto.”

CONCLUSIONE

La sinergia tra Imprese Pesenti e Ma- estro è un esempio eccellente di come la tecnologia possa essere utilizzata per migliorare non solo l’efficienza operativa ma anche la cultura aziendale. Attraverso un processo ben pianificato che ha incluso la riorganizzazione dei processi aziendali, la formazione del personale e l’implementazione delle tecnologie avanzate di Ma-estro, Imprese Pesenti ha dimostrato che l’innovazione è più efficace quando è integrata in una strategia aziendale più ampia. Il risultato è un’azienda che non solo è all’avanguardia in termini di tecnologia, sicurezza, efficienza e sostenibilità, ma che è anche un luogo di lavoro più gratificante e sostenibile per tutti i suoi dipendenti.

GALLERIA IMMAGINI

Selezione di immagini scattate presso il cliente